Oh b12 (Pfizer italia srl)

Soluzione iniett polv solv im 3fl 5mg+3f 2ml

da5.85 €
Principio attivo:Idroxocobalamina
Gruppo terapeutico:Vitamina b12 ed acido folico
Tipo di farmaco:Farmaco etico
Rimborsabilità:C
Ricetta:Rr - ripetibile 10v in 6mesi
GlucosioNon presente
GlutineNon presente
LattosioNon presente



FOGLIETTO ILLUSTRATIVO
Indicazioni terapeutiche
  • attacco
  • polinevriti
  • anemia megaloblastica
  • Leggi l'intera sezione del foglietto
    Posologia

    Un’unica fiala per via intramuscolare. La terapia va proseguita con il dosaggio inferiore, secondo la risposta clinica.

    Modo di somministrazione

    Diluire il contenuto di una fiala con l’apposito solvente da iniettare profondamente nei glutei.

    Controindicazioni
    Leggi l'intera sezione del foglietto
    Interazioni
  • diazepam
  • cloramfenicolo
  • dopamina
  • nitroglicerina
  • vitamina
  • nota
  • contraccettivi orali
  • Leggi l'intera sezione del foglietto
    Avvertenze

    Interferenza con esami di laboratorio

    La somministrazione di idrossocobalamina può determinare interferenza con diversi esami di laboratorio di chimica clinica a causa delle sue caratteristiche di assorbimento della luce. I principali esami di laboratorio che possono essere influenzati dalla somministrazione di idrossocobalamina sono quelli basati su metodi colorimetrici oppure che richiedono l’uso di Nicotinammide Adenina Dinucleotide (NAD) e Nicotinammide Adenina Dinucleotide Fosfato (NADP).

    È stato osservato un aumento artefatto di creatinina, bilirubina, trigliceridi, colesterolo, proteine totali, glucosio, albumina e fosfatasi alcalina e una diminuzione per alanina amino transferasi (ALT) e amilasi. Sono stati osservati risultati imprevedibili per fosfatasi, acido urico, aspartato amino transferasi (AST), creatinina fosfochinasi (CPK), isoenzimi della creatinina fosfochinasi (CK–MB) e lattico deidrogenasi (LDH). Le interferenze con i vari esami di laboratorio sono riassunte nella seguente tabella:

    Parametri di Laboratorio Nessuna Interferenza Aumento Artificiale Diminuzione Artificiale Risultati imprevedibili
    Chimica clinica Calcio, sodio, potassio, cloro, urea, gamma–GT Creatinina, bilirubina, trigliceridi, colesterolo, proteine totali, glucosio, albumina, fosfatasi alcalina ALT, amilasi Fosfati, acido urico, AST, CPK, CK–MB, LDH
    Ematologia Eritrociti, ematocrito, MCV, leucociti, linfociti, monociti, eosinofili, neutrofili, piastrine Emoglobina, MCH, MCHC, basofili,    
    Coagulazione       aPTT, PT (quick o INR)
    Analisi delle urine pH, glucosio, proteine, eritrociti, leucociti, chetoni, bilirubina, urobilinogeno, nitriti      

    La somministrazione di idrossocobalamina può influenzare i livelli di omocisteina nel sangue.

    La somministrazione di idrossocobalamina può determinare colorazione rosa, rosso/rossastra del sangue, delle urine, dei liquidi corporei e decolorazione delle feci.

    La somministrazione di alte dosi di idrossocobalamina per via parenterale può mascherare una eventuale deficienza di folati. Se il trattamento dell’anemia megaloblastica non ha successo si deve esaminare il metabolismo dei folati. Una somministrazione indiscriminata può mascherare la reale diagnosi. Lo stato ematologico e neurologico deve essere monitorato regolarmente per assicurare l’appropriatezza della terapia. Sono state riportate aritmie cardiache secondarie a ipokaliemia durante la fase iniziale della terapia. Pertanto i livelli di potassio ematici dovrebbero essere monitorati in questa fase. La conta piastrinica deve essere monitorata durante le prime settimane di trattamento dell’anemia megaloblastica a causa del possibile verificarsi di trombocitosi reattiva. Nei pazienti con insufficienza renale e nei neonati prematuri la somministrazione parenterale per periodi prolungati può aumentare il rischio di tossicità da alluminio.

    Gravidanza

    Benché non siano conosciute specifiche controindicazioni all’uso della Vitamina B12 in gravidanza e durante l’allattamento, si consiglia l’impiego del prodotto sotto il controllo del medico.

    Effetti Collaterali

    L’idrossocobalamina è generalmente ben tollerata. I tipici eventi avversi sono ipertensione transitoria, ipokaliemia all’inizio del trattamento, decolorazione della cute e delle mucose. Tutte le reazioni cutanee tendono a regredire tipicamente dopo 1 o 2 giorni. Possono anche verificarsi diarrea e colorazione rossastra delle feci. Le urine possono assumere una colorazione rosa o rossastra.

    Dopo iniezione intramuscolare di alte dosi di idrossocobalamina, sono stati segnalati occasionalmente, dolore al sito di iniezione, insorgenza di allergia, con presenza di prurito generalizzato, urticaria, rossore, mal di testa, angioedema, broncospasmo, dispnea, edema orofaringeo, collasso cardiocircolatorio, regrediti mediante terapia appropriata. Eccezionalmente è stato segnalato shock anafilattico.

    Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

    Segnalazione delle reazioni avverse sospette

    La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

    Eccipienti

    Ogni fiala di polvere contiene:

    • Mannitolo

    • Acido citrico anidro (per correggere il pH)

    Ogni fiala di solvente contiene:

    • Mannitolo

    • Acqua per preparazioni iniettabili

    Conservazione

    Conservare in frigorifero (2° C – 8° C).