Potassio canr pen (Pensa pharma spa)

Compresse rivestite 20cpr 100mg

da4.33 €
Principio attivo:Potassio canrenoato
Gruppo terapeutico:Farmaci risparmiatori di potassio
Tipo di farmaco:Farmaco generico
Rimborsabilità:A
Ricetta:Rr - ripetibile 10v in 6mesi
GlucosioNon presente
GlutineNon presente
LattosioNon presente



FOGLIETTO ILLUSTRATIVO
Indicazioni terapeutiche
  • iperaldosteronismo primario
  • iperaldosteronismo secondario
  • ipertensione arteriosa essenziale
  • sindrome nefrosica
  • scompenso cardiaco
  • cirrosi epatica
  • Leggi l'intera sezione del foglietto
    Posologia

    Secondo parere medico, 50–200 mg al dì, in relazione al tipo ed alla gravità dell’affezione. Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovrà valutare un’eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati.

    Controindicazioni
  • iperpotassiemia
  • anuria
  • ipersensibilit√† al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti
  • Leggi l'intera sezione del foglietto
    Interazioni
  • antipertensivi
  • acido acetilsalicilico
  • diuretica
  • ganglioplegici
  • Leggi l'intera sezione del foglietto
    Avvertenze

    Tenere il medicinale fuori della portata e dalla vista dei bambini. Poiché possono verificarsi nel corso del trattamento iperpotassiemia, iposodiemia, rialzi azotemici, stati di acidosi metabolica, è necessario controllare con frequenza i tassi ematici del sodio, del potassio, del cloro e la riserva alcalina. In caso di intervento chirurgico questi controlli devono essere praticati prima dell’intervento stesso. Il trattamento deve essere sospeso in presenza di una sodiemia inferiore a 126 mEq/l e di una potassiemia superiore a 5,5 mEq/l. Durante il trattamento deve evitarsi una dieta ricca di potassio. Nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

    I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp Lattasi, o da malassorbimento di glucosio–galattosio, non devono assumere questo medicinale.

    Gravidanza

    Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita, sotto il diretto controllo del medico. Il prodotto non va usato durante l’allattamento.

    Effetti Collaterali

    Molte delle reazioni avverse in seguito riportate sono reversibili e/o rispondono ad una riduzione del dosaggio.

    Le reazioni di seguito riportate sono indicate in ordine di frequenza decrescente di comparsa: molto comune (>1/10),comune (>1/100, <1/10), non comune (>1/1000, <1/100), raro (>1/10.000, <1/1000), molto raro (<1/10.000), non noto (la frequenza non può essere stimata dai dati disponibili).

    Patologie del sistema nervoso

    Non comune: rialzi termici, tendenza all’atassia.

    Raro: sonnolenza

    Patologie gastrointestinali

    Raro: nausea, dolori addominali tipo crampi

    Non noto: vomito, ulcera peptica

    Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

    Non comune: eruzioni cutanee su base allergica.

    Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella

    Non comune: ginecomastia, disturbi transitori della libido, irregolarità mestruali

    Patologie endocrine

    Non comune: lievi effetti androgeni (irsutismo)

    Patologie vascolari

    Non noto: ematemesi

    Disturbi del metabolismo e della nutrizione

    Non noto: iperkaliemia, iponatriemia, acidosi metabolica, porfiria

    Esami diagnostici

    Non noto: rialzi azotemici

    Eccipienti

    Sodio bicarbonato, lattosio, idrossipropilcellulosa, cellulosa microcristallina, talco, magnesio stearato, silice precipitata;

    filmatura: idrossipropilcellulosa, macrogol 4000, talco, titanio diossido (E171).

    Conservazione

    Questo medicinale non richiede alcuna particolare condizione per la conservazione